Anelli luminosi negli occhi: scattare foto-ritratti con lampade ad anello

This post is also available in: de-chDeutsch

Ottenere dei foto-ritratti perfettamente illuminati con occhi che rispendono è l’obiettivo di ogni fotografo non professionista. Grazie all’utilizzo di una lampada ad anello è possibile ottenere un effetto davvero speciale: anelli luminosi negli occhi del soggetto ritratto. In questo articolo vi spieghiamo come ottenere con la vostra macchina fotografico questo effetto richiestissimo.

Le lampade ad anello esterne vengono normalmente utilizzate nella fotografia di ritratto, ma è possibile impiegarle anche nella fotografia di animali. Si può inoltre usare una lampada ad anello nella fotografia di prodotti.

Come nascono gli anelli luminosi negli occhi dei modelli

Per far brillare gli occhi del soggetto di una foto-ritratto si può impiegare una lampada ad anello. Questo strumento permette di illuminare uniformemente il viso e crea uno speciale riflesso negli occhi. Gli anelli luce negli occhi – un effetto molto amato nella fotografia di ritratti – si formano grazie al riflesso della fonte di luce circolare.

Fotografia di ritratto: Fotografia con e senza lampada ad anello

Ritratto realizzato con (sinistra) e senza (destra) luce ad anello

Generalmente la fonte di luce esterna viene posizionata su un treppiedi in modo tale che la fotocamera e l’annesso obiettivo si trovino all’interno della lampada ad anello. Si consiglia di mantenere una distanza relativamente bassa tra la vostra fotocamera DSLR e il soggetto in base all’intensità della luce della lampada: in questo modo si ottengono le ottimali condizioni di illuminazione e si possono formare i desiderati anelli luminosi negli occhi del soggetto ritratto.

La lampada ad anello funge da fonte luminosa continua e, di conseguenza, non rende necessario l’ulteriore utilizzo di un flash. Grazie alla luce continua della lampada ad anello è possibile ottenere il risultato fotografico desiderato lavorando semplicemente sulla regolazione del numero f.

Contrariamente alla fotografia con fonti di luce aggiuntive come il softbox, con le lampade ad anello è possibile ridurre se non totalmente eliminare ombre indesiderate o nette. Con la sua luce artificiale circolare posizionata di fronte al soggetto, la lampada ad anello proietta infatti le ombre del soggetto fotografato direttamente dietro allo stesso: in questo modo si ottiene in modo ottimale il classico aspetto delle fotografie che si distinguono soprattutto per gli occhi splendenti.

Externe Lichtquellen in der Fotografie: Softbox und Ringleuchte vor weissem Hintergrund

C’è tuttavia un aspetto negativo essenziale nell’utilizzo delle lampade ad anello: per ottenere l’effetto desiderato, il soggetto da ritrarre deve guardare direttamente nella luce molto forte, che rischia di abbagliare il modello/a. Di conseguenza nella fotografia di persone e animali con in cui vengano impiegate lampade ad anello è importante assicurarsi che il soggetto sia esposto a questa forte luce artificiale frontale solo per un breve periodo, in quanto l’intensità della luce può essere davvero intensa se guardata da distanza ravvicinata, risultando di conseguenza estremamente sgradevole.

Lampade ad anello per smartphone

Per permettervi di realizzare dei foto-ritratti perfettamente illuminati in ogni istante anche mentre vi trovate in viaggio, esistono oggi anche le lampade ad anello per smartphone. Queste lampade ad anello portatili sono particolarmente utili per la realizzazione di selfie perfettamente illuminati.

Ringleuchte für das Smartphone

Spesso la fotocamera frontale degli smartphone manca di un flash integrato, una mancanza che può essere compensata con l’utilizzo di questo accessorio tascabile acquistabile per meno di 15 CHF. Le lampade ad anello per smartphone sono disponibili in numerosi modelli, alcuni dei quali permettono anche di regolare l’intensità della luce su vari livelli.

Lampade ad anello vs. Flash ad anello

Per creare uno speciale effetto luminoso negli occhi della persona ritratta è necessario utilizzare una lampada ad anello esterna, da non confondere con i flash ad anello: il flash ad anello non solo è nettamente più piccolo e costoso rispetto alle lampade ad anello, ma viene inoltre applicato direttamente sull’obiettivo della fotocamera reflex.

A causa del suo diametro ridotto un flash ad anello non permette di ottenere anelli luminosi negli occhi di una persona: il rapporto tra le dimensioni della fonte luminosa e l’obiettivo della fotocamera non è infatti sufficiente per formare un riflesso ad anello. I flash ad anello formano invece un punto luminoso chiaro al centro della pupilla del soggetto ritratto. Il flash ad anello viene spesso utilizzato nella fotografia beauty, in quanto grazie alle sue caratteristiche permette di ottenere facilmente effetti molto richiesti quale la messa in risalto degli zigomi.

Per ottenere i desiderati anelli luminosi negli occhi usando un flash ad anello è necessario utilizzare un’estensione, che permetta di ingrandire il flash ad anello e, di conseguenza, aumentare il divario di dimensioni tra l’obiettivo e la fonte di luce.

Riassunto

Per ottenere anelli luminosi negli occhi di un soggetto da ritrarre si consiglia di utilizzare una lampada ad anello esterna per le DSLR o le fotocamere compatte fissate su un treppiedi. Le lampade ad anello sono disponibili in varie dimensioni e modelli, ma rappresentano comunque un accessorio fotografico relativamente ingombrante. È dunque bene riflettere prima dell’acquisto quanto spesso si intende utilizzarle. Uno strumento più pratico per le fotografie realizzate in viaggio possono essere le lampade ad anello per smartphone: piccole e compatte, queste lampade portatili sono anche più economiche.

Merken

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.