Filtri colorati nella fotografia analogica in bianco e nero

This post is also available in: de-chDeutsch

Le foto in bianco e nero sono uno dei punti di forza della fotografia analogica. Per ottenere il meglio dalle proprie foto analogiche in bianco e nero, molti fotografi ricorrono all’uso dei filtri colorati. Questi filtri aiutano a far risaltare specifici contrasti o dettagli nelle successive fotografie in bianco e nero. I filtri colorati consistono in un elemento monocromatico di vetro, plastica o pellicola da applicare davanti all’obiettivo per filtrare un colore specifico.

Scoprite nell’articolo che segue articolo quali effetti i filtri colorati hanno sulla qualità delle fotografie analogiche in bianco e nero e quali filtri sono più adatti per quali tipi di soggetto.

Effetto dei diversi filtri colorati

Se volete migliorare la qualità ed i contrasti delle vostre fotografie in bianco e nero, non potete rinunciare all’utilizzo dei filtri colorati. La scelta del giusto filtro dipende dal soggetto e dalla tonalità generale dell’immagine. In base al colore del filtro specifiche aree della successiva fotografia in bianco e nero verranno rappresentate in una tonalità grigia più chiara o scura. In generale la regola è che i colori complementari a quello del filtro risultato più scuri nella foto, mentre il colore del filtro stesso viene reso con una tonalità più chiara.

Verschiedene Farbfilter für die Schwarzweiss Fotografie

Filtri rossi per fotografie in bianco e nero

Utilizzando un filtro rosso nella fotografia in bianco e nero, le tonalità blu verranno rese con una tonalità scura. Di conseguenza, i filtri rossi sono particolarmente adatti a foto spettacolari in bianco e nero di nuvole. Se volete utilizzare un filtro rosso per un ritratto fotografico, dovete assicurarvi che la persona da immortalare abbia la pelle scura, perché il filtro renderà la pelle di una tonalità più chiara. Il filtro aiuterà anche a nascondere lentiggini, cicatrici o altri difetti della pelle: il motivo è che i filtri rossi fanno risultare chiare tutte le tonalità del rosso e marrone.

Filtri blu

I filtri blu sono particolarmente adatti a ritratti fotografici con un soggetto dalla pelle chiara, in quanto la pelle chiara viene rappresentata più scura. Difetti e impurità della pelle verranno però accentuati. L’utilizzo del filtro blu è particolarmente indicato per fotografie spettacolari di foschia o nebbia, in quando entrambe vengono evidenziate. Si sconsiglia invece di usare filtri blu per fotografare il cielo, perché verrebbe reso con una tonalità estremamente chiara nelle foto in bianco e nero, risultando quasi bianco.

Filtri gialli

Il filtro giallo ha un funzionamento contrario a quello blu ed è uno dei più amati per la fotografia in bianco e nero di paesaggi: è infatti particolarmente adatto alla raffigurazione di cielo e nuvole, che vengono infatti rese più scure in foto. Il filtro giallo è invece meno consigliabile per i ritratti fotografici, in quanto la pelle e le labbra vengono rappresentate in modo più chiaro del reale, dando così un effetto innaturale.

Filtri verdi

I filtri verdi sono particolarmente indicati per sottolineare nelle foto in bianco e nero le differenti gradazioni di luminosità delle tonalità verdi. Per questo motivo viene utilizzato quasi esclusivamente nella fotografia di paesaggi in rappresentazioni di alberi e boschi. Il filtro verde separa le diverse sfumature delle tonalità verdi, che vengono in seguito riprodotte come sottili gradazioni di grigio nella fotografia in bianco e nero.

Diversi effetti dei filtri colorati in un soggetto di esempio

Effetto dei filtri colorati in confronto ad un soggetto colorato e in confronto ad una fotografia in bianco e nero senza filtri colorati

Riassunto: Filtri colorati nella fotografia in bianco e nero

Per migliorare la qualità delle fotografie in bianco e nero si consiglia l’utilizzo di filtri colorati. Se piccoli errori di tonalità o contrasto possono essere ridotti con i programmi digitali di rielaborazione grafica, nella fotografia analogica è possibile correggerli solo con l’aiuto dei giusti filtri colorati. Ad esempio, un filtro azzurro viene utilizzato solo raramente nelle foto paesaggistiche in quanto le tonalità verdi verrebbero rese troppo scure e quelle blu troppo chiare. La scelta del giusto filtro colorato dipende dunque dal soggetto e dal colore originale. In generale bisogna tener presente che il colore stesso del filtro colorato verrà sempre rappresentato più chiaro nelle fotografie in bianco e nero.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.