Amici in una foto di gruppo

Come scattare foto di gruppo espressive

This post is also available in: de-chDeutsch enEnglish frFrançais

In occasioni di festa come matrimoni, compleanni, anniversari o simili, una foto di gruppo costituisce una parte importante dei ricordi di questa giornata speciale. Tuttavia, soprattutto in base al numero delle persone da fotografare, realizzare questo tipo di foto può rappresentare una sfida anche per il fotografo più esperto: tutti i presenti rientrano nella fotografia? Guardano tutti verso l’obiettivo oppure qualcuno ha gli occhi chiusi? Con i nostri consigli sull’attrezzatura, le impostazioni della macchina fotografica e la disposizione del gruppo da fotografare vi garantiamo un risultato eccezionale nella vostra prossima foto di gruppo.

Macchina fotografica e obiettivo

Per quanto riguarda le possibilità di impostazione, una system camera o una reflex sono senza dubbio le opzioni migliori. Modificando vari parametri come il rapporto focale, il tempo di esposizione o il valore ISO potrete compensare al meglio le condizioni di luce eccessiva. Questa compensazione è invece solo parzialmente possibile utilizzando una macchina fotografica compatta o, soprattutto, uno smartphone. In caso di buone condizioni luminose, invece, anche con questi ultimi apparecchi è possibile ottenere buoni risultati.

Se avete una fotocamera a lenti mobili, vi consigliamo di utilizzare un obiettivo standard con una distanza focale fissa di 50mm oppure un leggero teleobiettivo nel caso si trattasse di un gruppo numeroso. Al contrario, vi sconsigliamo l’utilizzo di un grandangolo, perché causa distorsioni e proporzioni innaturali nella foto di gruppo.

Utilizzare un treppiedi

Per ottenere una foto di gruppo impeccabile un accessorio praticamente indispensabile è il treppiedi. Questo attrezzo permette infatti di realizzare foto non mosse e di indirizzare la macchina fotografica sul punto esatto del soggetto dal fotografare senza doverla continuamente riallineare. Specialmente nel caso di gruppi più grandi, il treppiedi permette di posizionare la fotocamera in un punto più alto in modo da includere tutti i presenti nella foto.

Per foto di gruppo spontanee mentre vi trovate fuori, potete utilizzare dei piccoli treppiedi da viaggio, molto più leggeri e facili da trasportare rispetto a quelli normali. Nel caso trovaste un rialzo o un punto più elevato – come ad esempio una panchina o una parete – potete senza dubbio utilizzarlo per posizionarvi la macchina fotografica.

Scegliere lo sfondo giusto per la foto di gruppo

Oltre al gruppo di per sé, un elemento fondamentale per la riuscita di una foto di gruppo è senza dubbio lo sfondo. Idealmente dovrebbe trattarsi di uno sfondo statico e possibilmente con colori tenui in modo fa far risaltare il gruppo di persone come soggetto principale della foto. Ad esempio, è sconsigliabile scegliere un’immagine dinamica di città come scenografia di base oppure luci luminose sullo sfondo in quanto tendono a distrarre l’occhio di chi guarda e tolgono importanza al gruppo.

Foto di famiglia in giardino

In caso di luce solare accecante, le zone d’ombra offrono buone condizioni di luce per foto di gruppo ben illuminate.

Inoltre un’ambientazione all’aria aperta è consigliata rispetto ad un ambiente chiuso in quanto offre migliori condizioni si luce. Allo stesso tempo bisognerebbe evitare la luce eccessivamente forte nelle ore centrali del giorno in quanto causa la formazione di ombre molto definite che possono essere molto visibili sui volti delle persone. Quando la luce solare è soffusa, invece, bisogna fare attenzione affinché cada lateralmente sui volti conferendo alla fotografia un effetto molto naturale. Al contrario, la luce diretta da dietro o da davanti finirebbe per causare la formazione di ombre non volute del gruppo di persone oppure del fotografo stesso. Le condizioni di luce ideali per una foto di gruppo soddisfacente sono dunque un cielo velato oppure un luogo ombreggiato.

Se invece desiderate realizzare una foto di gruppo all’interno, dovreste usare il flash per illuminare meglio il soggetto. Finestre e lampade possono costituire un grande aiuto. Se possibile, dovreste utilizzare pareti di colore bianco e superfici chiare per riflettere la luce.

Disporre il gruppo nel modo giusto

Durante la disposizione delle persone, fate in modo che siano il più possibili vicine tra loro. In questo modo non solo riuscirete a farle stare tutte all’interno della foto, ma otterrete anche un migliore effettui di gruppo. In caso di gruppi grandi, può essere utile avere una lieve salita o una scala dietro al gruppo in modo che anche l’ultima fila possa essere posizionata in modo ben visibile. Potete sperimentare con diverse altezze e pose delle persone per ottenere un effetto dinamico, oppure provate a creare una simmetria perfetta in modo da realizzare una foto di gruppo d’impatto. Per ottenere un miglior effetto estetico dei volti, le persone dovrebbero sollevare lievemente il mento ed allungarlo verso l’alto.

Provate diverse prospettive per ottenere una fotografia di gruppo d’impatto. In base allo sfondo e allo spazio, potete fotografare il gruppo dall’alto oppure dal basso, ma affinché la foto risulti ben bilanciata la vostra macchina fotografica deve essere sempre focalizzata sulla metà del gruppo. Se invece ve la sentite di sperimentare, potete ovviamente provare diversi punti di fuoco e di taglio dell’immagine, focalizzandovi su un dettaglio o anche solo sulle scarpe delle persone.

Ausschnitt einer Gruppe Männer mit Fokus auf die bunten Socken

Il dettaglio della foto di gruppo – in cui si vedono solo le scarpe – conferisce all’immagine un tono divertente e innovativo

 

Impostazioni della macchina fotografica

Accade spesso di dover cambiare drasticamente le impostazioni della fotocamera a causa delle diverse condizioni di luce dei vari paesaggi: per trovare i giusti valori dei vari parametri, dovrete testare diverse combinazioni. In sostanza dovreste chiudere di più il diaframma (maggiore rapporto focale), per ottenere una maggiore definizione. In combinazione con un tempo di esposizione lievemente più lungo, questo è un elemento particolarmente importante per gruppi numerosi affinché anche l’ultima fila del gruppo venga immortalata perfettamente a fuoco. Tuttavia il tempo di esposizione non dovrebbe essere troppo lungo, altrimenti i piccoli movimenti involontari delle persone finiranno per causare delle sfocature. Dovrete eventualmente alzare anche il valore ISO il base a quello della distanza focale in modo da ottenere una definizione omogenea dell’immagine. Se il valore ISO è troppo alto, finirete per ottenere un indesiderato effetto di disturbo dell’immagine.

 

Gruppo con persone disposte una dietro all’altra

In questa disposizione di gruppo la risoluzione in profondità non è sufficiente: le persone in prima ed ultima fila risultano sfocate.

Nella fotografia di un gruppo in uno spazio chiuso si consiglia inoltre di aggiustare la temperatura die colori con l’aiuto di un filtro colorato: mescolando la luce naturale che entra dalle finestre con la luce artificiale, si possono infatti ottenere aloni luminosi indesiderati che possono venire corretti proprio con la modifica della temperatura del colore.

Scatti in serie, Timer & Co.

Oltre ai vari parametri modificabili nelle impostazioni della macchina fotografica – che permettono di avere un soggetto ben illuminato – anche il dispositivo di scatto gioca un ruolo importante per la realizzazione di foto di gruppo. Ad esempio, per riuscire ad immortalare il momento perfetto è consigliabile l’utilizzo della funzione “scatti in serie”: la fotocamera scatta più foto in successione finché il pulsante di scatto rimane premuto. In alcune macchine fotografiche è anche disponibile un timer che permette di impostare un intervallo di tempo tra una foto e l’altra.

Quasi tutte le macchine fotografiche offrono inoltre la funzione di timer o autoscatto per permettere anche al fotografo di entrare a far parte della fotografia. Se volete essere parte della foto senza dover correre nella posizione, vi consigliamo di utilizzare uno scatto con comando a distanza: in questo modo potrete scattare l’immagine solo quando sarete posizionati insieme al resto del gruppo.

Il tempismo giusto

Una bella foto di gruppo è anche una questione di tempismo. Specialmente in caso di gruppi numerosi non è semplice ottenere contemporaneamente l’attenzione ed il miglior sorriso di tutte le persone. Per fare in modo che tutti i componenti del gruppo sorridano contemporaneamente di fronte alla macchina fotografica, molti fotografi si servono di istruzioni semplici come “cheese” o “sorridete”. In questo caso può essere di grande aiuto la già citata funzione di scatti in serie, che permette di scegliere il momento perfetto. Anche in questo caso, però, è quasi sempre impossibile evitare che almeno una delle persone chiuda gli occhi per un istante. Per risolvere questo inconveniente c’è un piccolo trucco: chiedete a tutte le persone del gruppo di chiudere gli occhi e di aprirli solo dopo il vostro comando; dopo l’apertura degli occhi avrete una piccola finestra di tempo in cui nessuno dei presenti potrà chiudere gli occhi involontariamente. Il modo migliore è contare fino a tre e poi dare l’ordine “aprite gli occhi!”.

Le foto di gruppo restano senza dubbio una vera sfida per molti appassionati di fotografia. Grazie ai nostri consigli siete però ora preparati ad affrontare al meglio la vostra prossima sessione fotografica in famiglia o con gli amici.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.