HDR

Un’immagine realizzata con la tecnica HDR è una foto digitale molto ricca di particolari e che presenta una maggiore differenza di luminosità. L’acronimo sta per High Dynamic Range, cioè „immagine con un elevato intervallo dinamico“. Questi tipi di foto sono in grado di riprodurre un intervallo di contrasto molto più elevato rispetto alle tradizionali foto, chiamate infatti col termine Low Dynamic Range.

I 256 livelli di luminosità utilizzati nella normale prassi spesso non sono sufficienti a cogliere e riprodurre a pieno le differenze di luminosità presenti in natura. Le foto HDR cercano quindi di avvicinare l’intervallo dinamico della macchina fotografica agli occhi umani. Purtroppo, la maggior parte dei display così come le stampe, non sono in grado di realizzare questo compito.  Tuttavia, partendo da foto HDR si possono ottenere foto LDR, adatte ad essere esposte,

in grado di riprodurre un intervallo dinamico nettamente superiore.

Produzione delle foto HDR

Ci sono diversi modi di produrre una foto HDR. Alcune speciali macchine fotografiche sono in grado di riprodurre un intervallo dinamico maggiore di quello prodotto dalle tradizionali macchine digitali. Recenti  sviluppi superano addirittura la sensibilità e l’intervallo dinamico degli occhi umani. Con dei costi intorno ai 50.000 dollari americani, queste apparecchiature speciali non sono alla portata di tutti e vengono utilizzate solo in ambito professionale.

Per i dilettanti c’è invece l’opportunità di sfruttare il cosiddetto bracketing. Con questa tecnica vengono combinate almeno tre diverse foto di un determinato soggetto e, tramite un software specifico, si crea un’immagine HDR. Sulla foto finale ogni sezione della foto deve essere, almeno una volta, illuminata correttamente. Un problema per questo tipo di tecnica, sono i soggetti in movimento. Per questo è importante evitare oscillazioni della macchina già quando si scattano le singole foto. Vi consigliamo, quindi, di procurarvi un cavalletto prima di iniziare questo tipo di lavoro.

Molte macchine digitali di alta qualità, ma anche tante compatte di medio prezzo, sono in grado di generare una foto HDR partendo da tante singole foto. Per farlo, dovete selezionare la funzione HDR che trovate sulla vostra macchina. Questo programma segue il principio appena descritto: tante singole foto con differente illuminazione vengono compensate dal processore della macchina  e unite per creare un’unica foto HDR.

Una terza possibilità per la produzione di foto HDR è il rendering attraverso un software 3D. Questa tecnica viene di solito usata per creare i giochi per il computer dove i giocatori si spostano spesso da ambientazioni molto chiare a molto scure.