DSLR

Una macchina reflex digitale viene denominata anche „digital single lense reflex“ (DSLR). La caratteristica principale di queste macchine è la presenza di uno specchio ribaltabile che si trova tra l’obiettivo e il piano focale. Lo specchio riflette la luce che entra attraverso l’obiettivo e la proietta, capovolta, sullo schermo di messa a fuoco. Con l’aiuto di una lente convessa e di un pentaprisma, l’immagine appare poi nel verso giusto sul mirino. Quando si scatta la foto lo specchio si ribalta verso l’alto e l’immagine giunge al sensore. Il sensore- che in queste macchine è molto più grande di quello presente nelle compatte- rende possibili scatti di alta qualità anche in condizioni difficili e diminuisce gli errori, come il rumore dell’immagine.

Le reflex digitali offrono innumerevoli impostazioni per ogni genere di effetto e garantiscono immagini di alta qualità. Grazie all’autofocus e a diverse funzioni automatiche, potete usare una reflex digitale anche senza grandi competenze tecniche. Per la loro grandezza, il peso e, non da ultimo, il costo, le reflex continuano ad essere macchine adatte a scatti occasionali e non all’uso di tutti i giorni.

Le macchine DSLR reagiscono in realtà più velocemente delle compatte ma, a causa del loro meccanismo di scatto, possono effettuare un numero relativamente ridotto di foto in successione.  Solo alcuni particolari modelli, come la Canon Pellix, permettono raffiche di scatti più rapide. In questi apparecchi, al posto di uno specchio ribaltabile, vengono montati uno specchio o un prisma semitrasparente che riduce il ritardo tra lo scatto e l’esposizione. Dato che la luce viene frazionata, l’immagine nel mirino apparirà più scura e giungerà meno luce al sensore.

Le ormai superate antenate analogiche delle DSLR, le single lens reflex (SLR), hanno in realtà un meccanismo di funzionamento molto simile ma usano, al posto del sensore, una pellicola. Queste necessitavano di uno sviluppo che richiedeva dei tempi abbastanza lunghi, che oggi invece non sono più richiesti dalle macchine DSLR. Un altro vantaggio significativo delle reflex digitali è un display che permette di vedere immediatamente lo scatto realizzato e di operare subito una scelta tra le foto da tenere e quelle da scartare. Tuttavia, sui display le immagini vengono rappresentate con una risoluzione bassa e, molto spesso, foto malriuscite o con una cattiva esposizione sono visibili solo quando vengono spostate sul computer.

Per evitare foto di bassa qualità dovute ad errori nelle impostazioni, molte macchine fotografiche avvisano in caso di sovra o sotto esposizione facendo lampeggiare il settore dell’immagine che presenta l’errore. Anche con l’aiuto di un istogramma, che può essere visualizzato sul display, viene resa più semplice l’analisi dell’illuminazione dell’immagine, indipendentemente dalla capacità di riproduzione del display.

Nikon, Canon, Olympus o Sony – nella scelta del produttore bisogna sempre considerare che la maggior parte dei produttori utilizzano obiettivi e altri accessori propri, prodotti da loro. Per questo è sempre consigliabile limitarsi ad un unico sistema quando si acquistano macchine e accessori vari.

Adattatori per l’attacco delle baionette permettono, in alcuni modelli, di utilizzare anche obiettivi di differenti produttori. Ma anche in questo caso, molte funzioni automatiche non vengono, in parte o del tutto, supportate. Fujifilm utilizza, grazie ad una licenza, la baionetta F sviluppata da Nikon.