La street-art arricchisce gli ambienti urbani

Street Art – la scelta dei soggetti

Ciò che prima, e ancora oggi da alcune persone, veniva considerato un semplice scarabocchio fatto sulle facciate di case, edifici delle stazioni o sulle cassette dell’elettricità, è oggi invece accreditato come una nuova forma d’arte: la street-art. Chi esplora con occhi attenti le strade delle grosse città, non può non essere colpito da questi folli soggetti artistici. Ovviamente non tutte le firme e i graffiti rientrano nella definizione di „arte non convenzionale in ambienti pubblici“. La street art spazia dagli enormi ritratti alle caricature deformate, fino alle creazioni e alle scritte astratte. L’obiettivo è quello di abbellire le spesso grige e monotone giungle urbane e non, come a volte si pensa, sporcare o imbrattare i luoghi pubblici. La street art ha molte diverse correnti che si differenziano per stile e tecnica.

Qui vi mostriamo le 6 tecniche più diffuse e quelle più originali a cui dovrete prestare attenzione durante i vostri prossimi giri in città.

Subvertising

Ognuno di noi ha probabilmente già visto, almeno una volta in vita sua, un cartellone pubblicitario o elettorale con scritte e scarabocchi o addirittura manifesti talmente sfregiati da non essere più riconoscibili. A meno che non si tratti di semplici scarabocchi fatti con la penna biro, che possono essere realizzati da chiunque in pochi secondi, si parla qui di subvertising. Questo tipo di arte vuole essere una provocazione contro la presenza di pubblicità nei luoghi pubblici. I manifesti vengono di solito pitturati o su questi vengono incollati sopra altri cartelloni che mostrano un messaggio opposto o che deridono quello originale. Il subvertising è molto critico nei confronti della pubblicità e dei media ed è una forma di street art che esiste da almeno 40 anni.

Cut-Out

Oltre agli originali soggetti che di solito ricoprono le grandi superfici urbane nelle più svariate forme, con un occhio attento è possibile scovare anche i cosiddetti cut-out. Questi non rappresentato intere figure, ma solo dei frammenti che vengono poi di solito integrati all’interno dei più svariati elementi urbani. Nella maggior parte dei casi si tratta di animali o uomini, ma anche di oggetti di ogni tipo, rappresentati in bianco e nero. Per esempio, si possono vedere solo le mani di una figura che vuole scalare una cassetta delle lettere o gli occhi di un animale che sembrano fissare i passanti attraverso la fessura di un muro.

Una figura umana sbuca da un cartello stradale

Adesivi

Se si vuole lasciare la propria firma o diffondere il più possibile il proprio luogo nei luoghi pubblici, gli adesivi sono l’opzione migliore e più usata tra le varie tecniche di street art. Un breve slogan o un motivo facile da ricordare possono essere stampati in molte copie, per pochi soldi e senza troppo lavoro. In alternativa, molti artisti fanno ricorso ai chiudi pacco adesivi. Questi vengono rielaborati ricorrendo a dime, matite colorate o stampini e poi attaccati alle fermate degli autobus, sui cartelli stradali, sulle caselle della posta e luoghi simili.

Roll-On

Soprattutto quando si tratta di superfici estese, si fa ricorso alla tecnica roll-on. Come il nome fa già intuire, l’opera d’arte viene in questo caso realizzata attraverso dei rulli. Con l’aiuto di aste telescopiche si può lasciare il proprio segno anche in luoghi difficilissimi da raggiungere, sui ponti o sulle facciate delle case. Soggetti precisi sono però difficili da realizzare con questa tecnica che si presta invece di più per slogan brevi e concisi o aforismi da scrivere a grandi lettere.

Scritte di grandi dimensioni vengono realizzare con i rulli

Alt-Text: Scritte di grandi dimensioni vengono realizzare con i rulli

Graffiti-maglia

Una stramba e rara tecnica di street art è la yarn bombing (in italiano graffiti-maglia). In questo caso, auto, lampioni, cassette dell’elettricità e oggetti simili vengono abbelliti o completamente avvolti con dei vistosi elementi di maglia fatti a mano. Dal momento che questa tecnica richiede spesso molto impegno, è raro trovarla nelle città. Ma se siete fortunati e trovate una strada arricchita da questo tipo di street art, approfittatene e scattate quante più foto possibili.

Murales

Le enormi immagini realizzate sulle squallide facciate delle case vengono chiamate murales. Grazie alle grandi dimensioni, questi lavori sono molto suggestivi e riescono sempre a fare colpo e, a differenza di quasi tutte le altre forme di street art, sono legali. In molte grandi città gli artisti di strada ottengono sempre più spesso il permesso di realizzare le loro incredibili opere su grandi superfici incolori, su edifici, ponti e muri. Alcuni di questi sono diventati veri e propri luoghi di culto e vengono addirittura inclusi nei tour organizzati per le visite turistiche.

Un famoso murales a Berlino